karim
Blog

Stai guardando gli articoli nella categoria Lavoro

Il lavoro in proprio non è solo lavorare c'è il marketing, la riqualificazione e soprattutto le idee

Io sono un imprenditore, almeno ci provo perché nel mio immaginario l'imprenditore è una persona che muove un sacco di soldi e ne fa anche un sacco. Se devo essere sincero la mia idea di imprenditore italiano è anche legata a qualcosa di disonesto, ben velato e nascosto, ma questa è solo una mia impressione.

Il mio desiderio nascosto di visitare la Scandinavia e vedere l'altra sponda del Baltico

Recentemente ho scoperto il sito italiansinfuga gestito da un cuneese emigrato in Australia. Ho avuto il piacere e l'onore di concedermi per un'intervista che è stata pubblicata il 15 Gennaio con il titolo: Emigrare in Lituania da chi l'ha fatto.

Emigrare è una scommessa per la vita, sicuro di aver fatto la scelta giusta?

Gli italiani emigrano come i nostri nonni emigravano in cerca di fortuna, è un fatto sintomo di una realtà che pochi vogliono affrontare. In Italia il potere è legato a persone vecchie, incompetenti e raccomandate. In Italia il furbo, quello che riesce a trovare una scappatoia a qualsiasi vincolo, è tutelato, mentre l'onesto è omertosamente deriso da chi delle regole si rallegra come dopo aver sentito una barzelletta.

Io sono emigrante, sono un italiano che vive in Lituania, ma gli italiani all'estero sono davvero molti. Tempo addietro ho sentito un voce, mai confermata, che faceva notare che ci sono più calabresi in Canada che in calabria; una legge non scritta, ma empiricamente dimostrabile, cita: "Ovunque tu vada, ci sarà sempre un italiano". A mia esperienza personale, è stata una legge infallibile. (Piccola diversione matematica: se non si esclude dalla regola se stessi nel caso si sia italiani, la regola diventa un paradosso perché nel momento che vai in un posto un'italiano c'è: ovvero tu!)

Crisi, lavoro, opportunità e motivazione. Riflessioni di un informatico che si diverte lavorando

WeijiLa crisi, il lavoro e le opportunità dei momenti bui. Ho scritto questo articolo raccontanto qualcosa del mio lavoro e riflettendo sulla crisi e le motivazioni e le opportunità che ne possono nascere. Se sei demotivato o pensi che la crisi sia l'origine di tutti i mali, forse questo mio articolo può esserti d'aiuto.

Lavoro con il computer e ho solo clienti italiani; era così in Italia e lo faccio tutt'ora che vivo in Lituania. Quando incontro qualche italiano qui a Klaipeda, inesorabilmente, tra i tanti discorsi che ho già fatto migliaia di volte, mi chiedono che lavoro faccio. Quando capiscono che guadagno in Euro e spendo in Litas, mi guardano con occhi colmi di ammirazione.

Quando la risposta ad un commento nel blog diventa troppo lunga, è meglio pubblicare un nuovo articolo

Un commento sul mio blog mi ha fatto scrivere una risposta lunga, ma molto lunga. All'inizio volevo pubblicarla direttamente tra i commenti, ma poi ho deciso di scrivere un post a parte per evitare così di scrivere un altro post. Il commento originale lo trovate qui, ma non è necessario andarlo a leggere perché ho incluso i passi più salienti a cui do risposta.

Dietro ogni successo c'è una serie innumerevole di fallimenti che nemmeno possiamo immaginare

Dietro ogni successo c'è una storia di fallimenti che viene semplicemente dimenticata. Purtroppo però, chi vuole avere successo, deve fare i conti quotidianamente con il fallimento.

Qualche cambiamento sul lavoro e preparazione per l'estate a Klaipeda

Sono un po' stanco di stare seduto davanti al computer, ormai le mie giornate sono computer, calcio e passeggiate. Fortunatamente riesco a giocare a calcio almeno tre volte alla settimana e questo è diventato il mio punto cardine della vita sociale in Lituania.

I ragazzi Erasmus sono partiti, il corso di lituano è finito, Fernando è andato via e, alla fine della fiera, a parte qualche piccola eccezione periodica, chi rimane sono sempre i soliti: io e Mirko.
Rita ha finito il suo terzo anno di università ed è in vacanza, molto probabilmente non ci muoveremo da Klaipeda se non qualche viaggio turistico baltico, ma non mi lamento. Ho il mare e mi si prospetta davanti un'estate dalle temperature primaverili. Perché dovrei lamentarmi?


Articoli Recenti


Archivio


Categorie

Tags