karim
Blog

L'uso dell'italiano in un rapporto di coppia internazionale

L'inglese è semplice ed utile. Escludendo l'Italia dove la gente fatica a parlare in italiano, negli altri paesi l'inglese è una seconda lingua ben radicata, soprattutto nei giovani. Quando ho conosciuto Rita parlavamo in inglese ed è stata la lingua che ci ha uniti, ma ora è solo più un lontano ricordo, ora parliamo sempre in italiano e questo è, secondo me, indispensabile.

Non fraintendetemi, non dico che bisogna parlare necessariamente l'italiano, ma come mi suggerì tempo addietro mio padre, "è meglio parlare una delle due lingue di cui uno dei due è madrelingua". Ho scartato l'inglese perché io lo conosco, ma non così bene da parlarlo quotidianamente e Rita lo sa peggio di me. Il problema più grave è che usando una lingua "ponte" come l'inglese non si riescono a comunicare quelle che io chiamo "le sfumature della vita".

Lituano, si problem! Ho riscontrato nei miei amici e nel mio caso personale che è molto più facile insegnare a lei l'italiano che imparare il lituano facendosi aiutare da lei. Rita non mi ha mai parlato in lituano più di un giorno e questo non mi ha mai aiutato a trovare la motivazione per studiare la lingua locale quotidianamente. Stranamente però Rita parla in lituano da sempre con nostra figlia e ora che siamo qui in Lituania, Greta parla più lituano che italiano (soprattutto grazie ai bimbi dell'asilo).

Italiano, no problem! Ho iniziato a parlare solamente italiano dal giorno alla notte, come se niente fosse. La decisione è nata perché Rita non studiava l'italiano e, nel caso ci fossimo trasferiti in Italia (che è successo), mi sarei ritrovato a gestire le difficoltà di ambientazione di Rita in Italia che, fresco delle mie esperienze in Lituania, volevo assolutamente evitargliele.

Nel quarto mese di gravidanza di Rita ho iniziato a parlare solamente in italiano sbattendomene altamente le palle se lei aveva già delle difficolta con la nostra piccolina che stava arrivando. Per i primi due mesi è stato difficile, dovevo prima dire le cose in italiano e poi spiegarle in inglese, ma non mi sono rassegnato, Rita si incazzava e io continuavo giorno per giorno, come se niente fosse.

Circa 8 mesi dopo Rita e Greta sono venute in Italia. Rita parlava italiano più che discretamente anche se le mancava la pratica sul campo. Dopo 1 anno era quasi italiana: poteva andare in giro per il mercato da sola, andare nei negozi, in posta, in banca, all'asilo per Greta, parlare con i miei parenti, fare telefonate e guardare i film. I vantaggi non sono da poco perché insegnare l'italiano a Rita le ha permesso in Italia:


  • Di non sentirsi una "russa"

  • Di litigare e/o discutere facendosi capire al 100%

  • Di avere nuovi amici

  • Di essere indipendente

  • Di poter fare una vita sociale senza limitazioni


Nel prossimo post parlerò del mio rapporto in Lituania con la lingua lituana.

Categories: Blog Donne Italia Lituania




Commenti



Articoli Recenti


Archivio


Categorie