karim
Blog

Stai guardando gli articoli nella categoria Blog

Può lo straniero lamentarsi del paese che lo ospita? Certo che può! Anzi, deve!

La risposta alla domanda varia molto dall'interlocutore. Se andiamo da Bossi e gli chiediamo se un senegalese in Italia può lamentarsi dell'Italia, la risposta è scontata: "Che se ne torni al suo paese se non gli va bene!"

karimblog.net in un articolo su "La Stampa di Cuneo" del 27 Ottobre

Il 27 Ottobre 2010 sono apparso sulla stampa di Cuneo con un bell'articolo di mezza pagina comprensiva di foto e scopiazzatura del mio articolo sul problema del cognome. Il motivo della mia apparizione è la rubrica "Cuneesi nel mondo", il giornalista che la cura, mi ha contattato grazie alla segnalazione di un mio amico che vive a Zurigo. Il giornalista mi ha intervistato al telefono in una chiacchierata di 15 minuti ed è rimasto colpito del fatto che lavoro con l'Italia dalla Lituania.

Intervista a Roberto: vivere e lavorare in Australia

Roberto è un ragazzo italiano che si è trasferito in Australia, come italiano residente all'estero anche lui desidera far conoscere la propria esperienza nel trasferirsi dall'altra parte del mondo ed ecco quindi la sua intervista che sono onorato di ospitare qui sul mio blog.

Follie della Lituania: non posso dare a mio figlio il mio cognome (aggiornato)

La Lituania è un paese con un sacco di problemi, la crisi lo sta mettendo in ginocchio e i lituani che scappano all'estero senza tornare lasciano la Lituania in balia di se stessa e con poche speranze per il futuro. Come ha reagito la politica lituana a tutto questo? Ha vietato l'uso delle lettere x,y,q X,W,Q, perché non sono presenti nell'alfabeto lituano e quindi non possono essere usate.

Il classico caso di protezionismo linguistico culturale
. A questo punto perché non rimuovere anche i numeri arabi, in fin dei conti non appartengono alla cultura lituana! E che non si azzardino a prendere in prestito i numeri romani, da italiano mi oppongo categoricamente alla concessione.

A parte gli scherzi, la Lituania si sta lentamente suicidando. Con tutti i problemi che hanno qui, l'ultima cosa con cui dovrebbero perdere tempo è sulle lettere dell'alfabeto. Ora sono costretto a fare una guerra burocratica che ho già pianificato nella mia mente, il primo passo è stato scrivere all'ambasciata italiana a Vilnius, il secondo passo lo fa mia moglie scrivendo a chi di dovere qui in Lituania. Se non si ottiene niente ho due possibilità: presentare il caso all'Unione Europea o rimuovere, se è possibile, la cittadinanza lituana a mio figlio.

Altri luoghi, altre culture, altri modi e soprattutto altre temperature

"Ciao, Viktor! Allora, Mercoledì giochiamo a calcio?"
"Si, ma alle 17:30 non più alle 18."
"Bene! Ma senti una cosa, fino a quando giochiamo fuori a calcetto? Tra poco arriva l'inverno!"
"Tranquillo, anche quando c'è la neve si gioca bene. L'anno scorso giocavamo a -15, è divertente!"
"Ah."

Di nuovo papà, ben arrivato Thomas

In questi giorni non ho scritto nulla, ma ho tutt'altro da fare. La notte del 4 Ottobre è nato Thomas, un maschietto di 4kg e 56cm. Il parto è stato lungo e difficile, ma sembra volgere tutto per il meglio.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

La storia di Federico ed Egle: da una chat via internet ad una storia d'amore

Loving Chat..Conosco molte persone che grazie a Skype e i siti specializzati conoscono ragazze lituane, ma non solo lituane, via internet. Poco tempo fa ho conosciuto un medico che grazie ad internet ha sposato una ragazza lituana e sta diventando padre praticamente nello stesso periodo in cui lo diventerò io. E' una storia particolare a cui voglio dedicare un articolo a parte.


Articoli Recenti


Archivio


Categorie