karim
Blog

Guarda articoli scritti da Agosto, 2005

Post allegro... o quasi

Due righe per fare vedere che non tutti i miei post fanno schifo e sono neri e tristi. Io non sono un pessimista, sono solo un ottimista con esperienza. Oggi mi sono allenato, sono andato in bici, ho letto, ho ascoltato musica, ho messo la sella nuova alla bici, ho telefonato via skype a Rita.

Ho scoperto che riesco a telefonare collegandomi ad internet tramite il telefono dell'albergo. Spendo circa 0,092€ al minuto se la chiamo a Klaipeda sul telefono fisso. Tronco devi morire.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Humor

La comprensione

Mentre discutevo con mia madre, non troppo animatamente come al solito, mi chiedevo perché lo facessi. Mia madre è molto orgogliosa, parlare con lei è molto difficile, non ammette nemmeno l'evidenza e questo rende difficile qualsiasi tipo di discussione. Tra le frasi che mi ha detto una mia è rimasta impressa: "Voi figli siete bravi ad usarmi quando avete bisogno di qualcosa"

Posso dire che ha ragione, mia madre non mi ha mai fatto mancare niente che non sia acquistabile, ma un figlio non può crescere solo di playstation, libri, dvd, bicicletta, macchina sportiva, computer portatile, ferie pagate, jet privato, palestra in casa. (la differenza tra un maschio adulto ed un bambino è nel prezzo dei suoi giocattoli). Ci sono cose che non si possono comprare. La famiglia della mia ragazza non è benestante come la mia, ma è molto più ricca.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

Amo questo paese...

Dopo 2 notti di solitudine, mi sono già rotto le palle. Quasi quasi volo adesso. Porca puttana! Non posso fare podcasting perché internet lumaca non lo permette. Vorrei sentire un po' di cose interessanti, soprattutto da parte di chi ha molte cose da dire.

Il giorno che è successo lo scandalo fazio, mi sono domandato quali sarebbero state le conseguenze. Pensavo alle dimissioni del governatore, inchieste su inchieste, gente in galera etc. etc... Niente di tutto questo, anzi, di meglio. Il nano se ne esce con la sua legge alla salvaguardia degli italiani, una legge sulle intercettazioni telefoniche. Io non ho idea se ridere o piangere, ma come è possibile che non ci sia una rivolta interna, una guerra civile, la gente che esce in strada e spacca tutto... come può una personale normale, pensare che tutto ciò che sta succedendo sia normale?

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

L'indifferenza comune

Ore 10:43 un aereo sorvola Centallo a bassa quota facendo un casino infernale, nel mentre io mi incammino verso casa dove mia sorella dorme (ancora) beatamente. Il vedere e soprattutto sentire l'aereo mi ha portato alla mente i brutti fattacci successi in questi giorni dagli attentati a Londra agli aerei precipitati causando centinaia di morti.

Mentre penso a queste cosacce brutte quasi quanto il berlusca, mi viene in mente di fare uno scherzo macabro e stronzo a mia sorella. La casa è stranamente pulita, ovvia e inconfondibile firma di mia madre (inutile richiamare all'attenzione del lettore come una bambina di 16 anni sola in casa non sia in grado di mantenere in ordine), mi dirigo dritto verso la camera di mia sorella ovvero l'unica trincea che ancora resiste all'igiene e che mia madre non ha osato combattere. La fagnana è ancora distesa nel letto, faccia in giù, semi-svestita.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

Era tanto tempo che non la dicevo

"Ciò che non uccide, rende più forti". Era la mia frase preferite nei miei mesi in palestra. Matteo, fanne tesoro.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

Ma chi se ne frega!

Il mondo cambia continuamente, si formano nuovi pensieri, nuove mode, nuove ideologie. Naturalmente succede anche alle persone.

Non avrei mai pensato un anno fa di ritrovarmi ora in questa situazione. Mi dispiace di essere stato snobbato, ma è un susseguirsi di vicende che delineano il cambiamento. Inutile essere offesi o toccati, c'è solo incompatibilità, non è colpa mia né colpa loro. Ho altre cose a cui pensare ora, ho da fare qualcosa di importante e non ho tempo da perdere. Devo fare la differenza.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

Prima di addormentarmi (Oggi parte terza)

Oggi ho visto Paolo, voi lo conoscete grazie a quei pochi commenti che ha lasciato sul mio blog, ma io ho avuto la fortuna di frequentarlo per (non) abbastanza tempo. Sia io che Paolo avevamo la nostra ancora di salvezza in quel buco di 100 metri quadri in via Nasetta.

Il poterci allenare alle 14 tutti i giorni, per due ore, scherzando e sudando ci ha legato in modo incredibile e ci ha permesso di non affogare vittima di questo mondo di merda. Quelle due ore al giorno erano più di un semplice allenamento, era una felicità semplice che ottenevamo con poco. Tutto grazie a delle grandi amicizie. Forse dentro di me vorrei che quei momenti tornassero perché ancora ricordo la salita per uscire dalla palestra. Sembrava di tornare nel mondo reale ed avevo la sensazione che i miei problemi fossero alla porticina bianca ad aspettarmi. I miei mostri attendevano il mio ritorno da quelle due ore di beatitudine.

leggi tutto...   Commenti   Categories: Blog

Articoli Recenti


Archivio


Categorie